Meditazione precedente

Anche durante la meditazione del 30 dicembre, la piccola sala in soffitta della casa a Lundo era completamente piena di partecipanti provenienti da diversi paesi (Germania, Paesi Bassi, Slovacchia, Austria, Svizzera, Italia, Inghilterra). Questa volta il contenuto della meditazione è stato scelto da Heinz Grill un po’ diversamente e riguarda il rapporto tra un pensiero e il sole.

Il sole, a differenza della luna, irradia da se stesso. La luna, tuttavia, riflette soltanto la luce del sole, ma non irradia. Cosi come il sole, anche il pensiero si irradia da se stesso. Solo che non lo percepiamo a causa dell’intellettualismo, in cui si allineano molti pensieri. Questo frangente si può paragonare con un suono e una canzone. Il suono si può realmente sentire dispiegarsi e diffondersi nello spazio. Per l’intera canzone questo non è più possibile, perché ci sono tanti suoni e si aggiungono il ritmo e il tempo. E così via con il pensiero, il pensiero pensato liberamente si espande e si irradia nello spazio.
Per poter pensare il pensiero liberamente è necessario il processo della concentrazione, perché l’uomo nello stato normale, quindi non in stato di concentrazione, è coinvolto con il suo volere, pensare e sentire. Il pensare deve diventare il pensare in modo che il pensiero appare come pensiero.

Heinz Grill ha disegnato la seguente immagine sulla lavagna:

Tafelbild

In questo processo di concentrazione devono essere respinte le prepotenze. Anche la volontà, l’animo e le emozioni devono retrocedere e il pensare deve essere rafforzato, in modo che il pensiero può irradiarsi liberamente. Poi si presentano delle ali, come le ali di un angelo, che portano il pensiero nello spazio.

Nella meditazione questa riflessione concentrata del pensiero è necessaria.
E la necessità del pensiero nella meditazione si rivela dall’idea dello sviluppo. Senza pensiero, sicuramente può sorgere una tranquillità, ma per uno sviluppo a lungo termine questo tipo di meditazione non è favorevole. Attraverso un pensiero si aggiunge un’altra dimensione all’uomo, bensì la dimensione spirituale e così possono svilupparsi completamente nuove sensazioni e l’espansione della consapevolezza.

Il pensiero della meditazione era:

Il sole irradia per conto proprio, uguale come il pensiero libero. Tale pensiero irradia da se stesso se viene pensato liberamente.

Caterina

Annunci